Sezioni
Camp. Sociale
Tornei in Arrivo
Tornei a Squadre
Cerca nel Sito



Attività in Sede

Chi siamo...
Esercitati con noi

Partite

Le Rubriche








Warning: preg_match() [function.preg-match]: No ending delimiter '/' found in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 35

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 47
Memorial DVORETSKY, un torneo per ricordare (turno 5)
18.10.2016 - Era nato a Mosca il 9 dicembre 1947, giusto all'indomani della "grande guerra patriottica", in piena era Botvinnik, e gli scacchi non dovettero faticare poi molto a farsi largo negli occhi e nel cuore di quello sveglio giovanotto che dopo essersi preso qualche discreta soddisfazione agonistica (Campione di Mosca nel 73, primo ...


... a Wijk aan Zee nel 75) decise di puntare tutte le sue fiches sull'analisi e sulla formazione traformandosi nel giro di appena qualche lustro in uno dei più grandi "allenatori" e divulgatori di sempre.
Stiamo naturalmente parlando di Mark Dvoretsky, l'uomo che riuscì a portare Yusupov al numero tre della classifica mondiale (quando in cima alla piramide soggiornavano, inattaccabili, Kasparov e Karpov), ma che ebbe modo di lavorare attivamente anche con degli autentici fuoriclasse che hanno fatto, e continuano a fare, la storia del nostro gioco: Kasparov, Anand, Topalov (che con l'assistenza di Mark riuscì a migliorare la resa tecnica dei suoi finali), Bareev. Van Wely e via elencando...
A questo grande personaggio delle 64 caselle purtroppo scomparso il 26 settembre scorso, autore, ci piace ricordarlo, di testi fondamentali per chiunque voglia davvero perfezionare il proprio stile di gioco (come dimenticare il suo monumentale saggio sui finali pubblicato in italia dalla Prisma Editori?), la Scacchistica Trevigliese dedicherà, a partire da Mercoledì 19 ottobre, il MEMORIAL DVORETSKY, un torneo a cadenza classica (60' + 30" d'incremento a mossa a partire dalla prima) articolato su cinque turni. Un'ottima occasione per riprendere dimestichezza con pezzi, orologi e formulari alla vigilia dell'Open di Liscate e del debutto del nuovo Campionato Sociale previsto per il 30 novembre prossimo.
Vi aspettiamo in sede. E come sempre: buon gioco a tutti.




Alle prese con Keres! La foto risale al 1973. Patta in sole 16 mosse. Una tipica patta "sovietica" che al giovin Dvoretsky, immaginiamo, non dovette dispiacere... [foto CCCP]




Nella veste di divulgatore. Una sua "lectio magistralis". Praga. Non molto tempo fa... [foto ARCHI]



IL TORNEO TURNO PER TURNO ...


1° TURNO
Vincono tutti i favoriti della vigilia ad eccezione di Coach Tedoldi che cede l'intera posta in palio a Ivan Vitali. Da segnalare il ritorno alla scacchiera di Luca Pesenti e la buona prova offerta da Roberto Marangoni in seconda scacchiera. Nessun problema per il numero uno del tabellone, Davide Gilardi, cui bastano 26 mosse per avere la meglio sulla Siciliana pasticciata dell'avversario.

Risultati 1° turno
----------------------------------------------------
Abbinamenti 2° turno* (2.11.2016)
----------------------------------------------------
1. Piana - Gilardi = 0-1
1. Gilardi - Ferrari =
2. Paravella - Marangoni = 1-0
2. Acunzo - Paravella =
3. Menato - Annicchiarico = 0-1
3. Rossetti - Variato =
4. Variato - Fiammetti = 1-0
4. Marangoni - Vitali =
5. Finotto - Acunzo = 0-1
5. Vescovi - Tedoldi =
6. Ferrari - Vescovi = 1-0
6. Abbiati - Piana =
7. Vitali - Tedoldi = 1-0
7. Pesenti - Carlessi =
8. Rossetti - Pesenti = 1-0
8. Fiammetti - Finotto =

9. Zanchi - Menato =

10. Chiesa = 1/2 (bye)

* Annicchiarico assente al 2° turno


2° TURNO
Nulla da fare in prima scacchiera per Ferrari, che pur giocando una discreta partita si vede infine costretto a cedere le armi al cospetto del numero uno del tabellone e indiscusso favorito del torneo Davide Gilardi. Patta in 36 mosse, invece, in un curioso finale di A+D e un grappolo di pedoni ciascuno, per Acunzo e Paravella che perdono così contatto dalla vetta della classifica. Tutto facile per Pesenti, cui bastano solo una manciata di mosse per aggiudicarsi il punto ai danni di Carlessi (autore di una sorprendente svistaccia), e per il divo Fiammetti che alla guida dei pezzi bianchi non lascia scampo a Finotto. Su tutte le altre scacchiere risultati più o meno in linea con le attese, ad eccezione forse della Zanchi-Menato dove la stanchezza del secondo ha finito col trasformare uno 0-1 ormai prossimo alla certificazione ufficiale in uno stupefacente 1-0. Da approfondire il finale di torri e pedoni "pari, ma non necessariamente patto" che ha permesso a Variato di salire a 2 su 2.

Abbinamenti 3° turno (9.11.2016)
----------------------------------------------------
Risultati 2° turno* (2.11.2016)
----------------------------------------------------
1. Vitali - Gilardi =
1. Gilardi - Ferrari = 1-0
2. Variato - Acunzo =
2. Acunzo - Paravella = 1/2
3. Paravella - Rossetti =
3. Rossetti - Variato = 0-1
4. Annicchiarico - Fiammetti =
4. Marangoni - Vitali = 0-1
5. Ferrari - Pesenti =
5. Vescovi - Tedoldi = 0-1
6. Tedoldi - Zanchi =
6. Abbiati - Piana = 0-1
7. Piana - Vescovi =
7. Pesenti - Carlessi = 1-0
8. Menatos - Chiesa =
8. Fiammetti - Finotto = 1-0
9. Carlessi - Marangoni =
9. Zanchi - Menato = 1-0
10. Finotto - Abbiati =
10. Chiesa 1/2 (bye)


CLASSIFICA DOPO IL 2° TURNO
---------------------------------------------------------------------------
1-3. Gilardi, Variato, Vitali 2
4-5. Acunzo, Paravella 1,5
6-13. Rossetti, Ferrari, Piana, Fiammetti, Annicchiarico, Tedoldi, Zanchi, Pesenti 1
14. Chiesa 1/2
15-20. Marangoni, Finotto, Abbiati, Carlessi, Vescovi, Menato 0


3° TURNO
Gilardi e Variato, usciti rispettivamente vincitori dalle sfide del 3° turno che li vedevano opposti a Vitali (nell'occasione generoso dispensatore di pedoni) e Acunzo (naufragato in un finale da rivedere con calma), rimangono i soli atleti ancora a punteggio pieno di questo Memorial Dvoretsky novembrino e avranno dunque la possibilità, mercoledì prossimo, d'incrociare reciprocamente gli Staunton per provare ad ipotecare il successo nel torneo. Ineccepibili le vittorie ottenute da Paravella (ora terzo assoluto a mezza lunghezza dal duo di testa) ai danni di un Rossetti apparso un po' troppo remissivo, di Annicchiarico su Fiammetti (che ha "dimenticato" per tutta la partita di avvalersi della sua Torre in a8) e di Ferrari su Pesenti. Gravi errori difensivi, invece, per gli spiranesi Zanchi e Carlessi che cedono l'intera posta ai più esperti Tedoldi e Marangoni.


Risultati 3° turno (9.11.2016)
----------------------------------------------------
Abbinamenti 4° turno (16.11.2016)
----------------------------------------------------
1. Vitali - Gilardi = 0-1
1. Gilardi - Variato =
2. Variato - Acunzo = 1-0
2. Tedoldi - Paravella =
3. Paravella - Rossetti = 1-0
3. Annicchiarico - Piana =
4. Annicchiarico - Fiammetti = 1-0
4. Vitali - Ferrari =
5. Ferrari - Pesenti = 1-0
5. Acunzo - Marangoni =
6. Tedoldi - Zanchi = 1-0
6. Zanchi - Rossetti =
7. Piana - Vescovi = 1-0f
7. Fiammetti - Menato =
8. Menato = 1 (bye)
8. Pesenti - Finotto =
9. Carlessi - Marangoni = 0-1
9. Abbiati - Maffeis =
10. Finotto - Abbiati = 1-0f
10. Vescovi - Carlessi =


CLASSIFICA DOPO IL 3° TURNO
---------------------------------------------------------------------------
1-2. Gilardi, Variato 3
3. Paravella 2,5
4-8. Vitali, Ferrari, Annicchiarico, Piana, Tedoldi 2
9. Acunzo 1,5
10-16. Rossetti, Fiammetti, Marangoni, Zanchi, Menato, Pesenti, Finotto 1
17. Chiesa (W) 1/2
18-21. Vescovi, Abbiati, Maffeis, Carlessi  0


4° TURNO
Tre ore e quindici minuti. Tanto è durata la lotta in prima scacchiera tra la coppia di testa del torneo Gilardi e Variato, con il primo deciso a far valere fino in fondo la sua qualità di vantaggio e il secondo alla disperata ricerca di una "fortezza" salvifica che, purtroppo per lui, non si è mai materializzata. L'uno a zero ottenuto dal bianco (in 78 mosse!) proietta dunque Gilardi da solo in testa alla classifica con l'impressionante score di 4 su 4 e, per aggiudicarsi questa edizione del Memorial Dvoretsky, gli basterà dunque pattare l'ultimo incontro in programma mercoledì prossimo con la "belva" Paravella che ieri sera è tornato a mordere in modo esemplare: solo 20 mosse giocate per avere la meglio sull'incredulo Coach Tedoldi. Una mossa in più, 21, è invece servita al sedicenne Annicchiarico (ora terzo in compagnia di Variato e Ferrari) per aver la meglio su di un Bruno Piana che tutto si aspettava dal Bianco tranne 1.f4. Piuttosto interessanti, anche se funestate da qualche errore di troppo nel finale, le altre partite, a partire dalla Pesenti-Finotto che sembrava ormai vinta per il Bianco prima che un sacrificio della torre nera in f2 (disperato, interessante e ... scorretto) intervenisse a rovesciare il risultato.


Abbinamenti 5° turno (23.11.2016)
-------------------------------------------------------
Risultati 4° turno (16.11.2016)
-------------------------------------------------------
1. Paravella - Gilardi
1. Gilardi - Variato = 1-0
2. Variato - Annicchiarico
2. Tedoldi - Paravella = 0-1
3. Ferrari - Acunzo
3. Annicchiarico - Piana = 1-0
4. Finotto - Tedoldi
4. Vitali - Ferrari = 0-1
5. Rossetti - Vitali
5. Acunzo - Marangoni = 1-0
6. Piana - Fiammetti
6. Zanchi - Rossetti = 0-1
7. Menato - Vescovi
7. Fiammetti - Menato = 1/2
8. Marangoni - Zanchi
8. Pesenti - Finotto = 0-1
9. Pesenti - Abbiati
9. Abbiati - Maffeis = 1-0
10. Carlessi - Bye = 1-0
10. Vescovi - Carlessi = 1-0


CLASSIFICA DOPO IL 4° TURNO
---------------------------------------------------------------------------
1. Gilardi 4
2. Paravella 3,5
3-5. Variato, Ferrari, Annicchiarico 3
6. Acunzo 2,5
7-11. Vitali, Piana, Rossetti, Tedoldi, Finotto 2
12-13. Fiammetti, Menato 1,5
14-18. Marangoni, Vescovi, Pesenti, Zanchi, Abbiati 1
19. Chiesa 0,5 (W)
20-21. Maffeis, Carlessi 0


5° E ULTIMO TURNO
Con una patta "slava" all'ultimo turno (ma la proposta, dopo una manciata di mosse, è venuta dall'avversario), il CM Davide GILARDI (punti 4,5 su 5) si è aggiudicato in scioltezza il Memorial Dvoretsky 2016. Secondo gradino del podio, a mezza lunghezza di distanza dal vincitore, per un Tiziano Paravella in discreto spolvero e bronzo, infine, per il "clarinettista" d'assalto Luigi Annicchiarico  che si è preso quattro punti pieni nei soli quattro incontri disputati, buon ultimo quello arpionato in chiusura ai danni di un Mariano Variato in continua crescita. Quarto posto per Paolo Ferrari, sconfitto solo da Gilardi e finito ai piedi del podio per i capricci dello spareggio tecnico.


Abbinamenti 5° turno (23.11.2016)
-------------------------------------------------------
Risultati 4° turno (16.11.2016)
-------------------------------------------------------
1. Paravella - Gilardi = 1/2
1. Gilardi - Variato = 1-0
2. Variato - Annicchiarico = 0-1
2. Tedoldi - Paravella = 0-1
3. Ferrari - Acunzo = 1-0
3. Annicchiarico - Piana = 1-0
4. Finotto - Tedoldi = 0-1
4. Vitali - Ferrari = 0-1
5. Rossetti - Vitali = 1-0
5. Acunzo - Marangoni = 1-0
6. Piana - Fiammetti = 1-0
6. Zanchi - Rossetti = 0-1
7. Menato - Vescovi = 1-0
7. Fiammetti - Menato = 1/2
8. Marangoni - Zanchi = 0-1f
8. Pesenti - Finotto = 0-1
9. Pesenti - Abbiati = 0-1
9. Abbiati - Maffeis = 1-0
10. Carlessi - Maffeis = 0-1
10. Vescovi - Carlessi = 1-0


CLASSIFICA DOPO IL 5° TURNO
---------------------------------------------------------------------------
1. Gilardi 4,5
2-4. Paravella , Annicchiarico, Ferrari 4
5-8. Variato, Piana, Rossetti, Tedoldi 3
9-10. Acunzo, Menato 2,5
11-14. Vitali, Zanchi, Finotto, Abbiati 2
15. Fiammetti 1,5
16-19. Vescovi, Pesenti, Marangoni, Maffeis 1
20. Chiesa 0,5 (W)
21. Carlessi 0

Postato il Tuesday, 18 October @ 08:00:00 CEST di scarabel
 
Login
Nickname

Password

Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il Codice di Sicurezza

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!
Links Correlati
Vota l'Articolo
Media Punteggio: 0
Voti: 0

Concediti un attimo di pausa e vota per questo articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Sufficiente
Pessimo

Opzioni
Argomento associato

Tornei

"Memorial DVORETSKY, un torneo per ricordare (turno 5)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.