Sezioni
Attività in Sede

Tornei in Arrivo
Camp. Sociale
Tornei a Squadre
Cerca nel Sito



Chi siamo...
Esercitati con noi

Partite

Le Rubriche








Warning: preg_match() [function.preg-match]: No ending delimiter '/' found in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 35

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 47
01.02.07 - Ho vinto il mio primo torneo!
L'ape punge davvero



Eccovi il diario di bordo dell'avventura scacchistica più eccitante di sempre: come partire da un Elo pari a 0 per raggiungere alfine (non importa quando) quota 2000. Riuscirà il nostro eroe a coronare quest'impresa dal sapore donchisciottesco? Rimanete aggrappati con tutte le vostre forze a questa rubrica e lo scoprirete. [SML]


di GUIDO TEDOLDI

Prima o poi doveva succedere: ho vinto il mio primo torneo di scacchi.
Nella mia salita verso l'empireo del livello internazionale, ossia i circa 2000 Elo che costituiscono l'obiettivo dell'Operazione Tedoldi («Come una schiappa totale può diventare forte in maniera plausibile negli scacchi, ma più in generale in qualsiasi sport»), ho partecipato al primo torneo Bee organizzato al circolo degli scacchi di Treviglio (provincia di Bergamo) e... l'ho vinto!
Per il circolo Alekhine di Treviglio, i tornei Bee sono una novità. Sono tornei a tempo «lungo» da giocarsi la domenica pomeriggio. La formula che abbiamo scelto è quella in uso al torneo internazionale che si tiene a Crema ogni autunno: 90 minuti a testa per le prime 20 mosse, e poi 60 minuti per finire la partita. In pratica, un massimo di 5 ore a partita.
Il nome Bee («ape», in inglese) si spiega con l'assonanza con il termina «squadra B»: i partecipanti, infatti, erano tra coloro che rappresenteranno il circolo trevigliese nel campionato Promozione, a differenza dei soci più forti che formeranno la squadra A la quale parteciperà alla serie C del CIS, il campionato italiano.
La scelta del nome Bee ha anche un altro senso, più goliardico: appena troverà il tempo, un socio del circolo che nella vita vera fa l'artista (soprattutto pittore e scultore) disegnerà il logo della squadra, ossia un'ape con la pancia non a strisce bensì a scacchi. Quel logo lo stamperemo poi sulle magliette che costituiranno la divisa ufficiale della squadra – ci siamo informati presso un fotografo che ha l'attrezzatura e la faccenda costa pochi euro, prezzo della maglietta incluso.
Il torneo Bee appena concluso è cominciato la domenica prima di Natale, poi ha avuto una pausa per le festività, ed è proseguito con 4 turni nelle domeniche di gennaio. In caso un giocatore non avesse potuto giocare la domenica, aveva la possibilità di accordarsi con l'avversario designato per giocare il mercoledì sera. Cosa che è successa a me per l'ultima partita, che ho giocato ieri sera 31 gennaio.
Era l'ultimo turno, ed era l'ultima partita del torneo. Se avessi perso, sarei arrivato 2° pari merito. Mi bastava un pareggio per essere primo pari merito, ma finché non ho visto che le cose scivolavano via bene e che davo un matto inevitabile al mio avversario, non mi sono tranquillizzato. Giocare a livello di circolo è ben diverso da quando avevo 12 anni e organizzavo tornei con gli altri ragazzini del mio condominio!
Il prossimo torneo Bee di Treviglio comincerà a marzo, e sarà aperto anche ai giocatori della squadra A. Stavolta vogliamo provare a spalmare le partite tra il sabato pomeriggio e la domenica pomeriggio, in modo da evitare le serate di mercoledì, che sono il giorno normale di apertura del circolo ma rendono difficile giocare partite a tempo lungo perché la gente arriva stanca dal lavoro ed è già tanto se gioca semilampo o lampo.
Il senso di spalmare i turni su 2 giorni è anche quello di non incrociarsi con lo sport trasmesso dalla tv. Gli scacchisti sono anche appassionati spettatori di gran premi di Formula 1, motociclismo e quant'altro.
Se le partite fossero programmate per sabato prossimo 7 febbraio, per esempio, alcuni soci mancherebbero perché sarebbero davanti alla tv a guardarsi il torneo delle 6 nazioni di rugby.
Ovviamente i tornei Bee hanno un premio in palio. Quello di ieri sera era una coppa da un chilo, che ci siamo mangiati affettata nel pane e innaffiata con pepsi e acqua tonica... ok, non era il massimo come spuntino di mezzanotte, ma quasi tutti i soci presenti hanno partecipato al banchetto. Lo sport a livello amatoriale non è solo competizione, ma socializzazione della migliore specie.
Per la prossima edizione, in palio probabilmente non ci sarà una coppa, ma un salame nostrano bergamasco. Innaffiato con del vinello, anche quello probabilmente bergamasco.


Caravaggio, 01.02.2007








Guido Tedoldi

Copyright © by treviglioscacchi.com All Right Reserved.

Pubblicato il: 2009-10-25 (598 letture)

[ Indietro ]
Elo