Sezioni
Attività in Sede

Tornei in Arrivo
Camp. Sociale
Tornei a Squadre
Cerca nel Sito



Chi siamo...
Esercitati con noi

Partite

Le Rubriche








Warning: preg_match() [function.preg-match]: No ending delimiter '/' found in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 35

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 47
08.01.18 - COS’È SUCCESSO NEL 2018 Parte Prima
Ovvero: i miei tornei a cadenza rapida



Eccovi il diario di bordo dell'avventura scacchistica più eccitante di sempre: come partire da un Elo pari a 0 per raggiungere alfine (non importa quando) quota 2000. Riuscirà il nostro eroe a coronare quest'impresa dal sapore donchisciottesco? Rimanete aggrappati con tutte le vostre forze a questa rubrica e lo scoprirete. [SML]


di GUIDO "COACH" TEDOLDI
[email protected]




Il 2018 è stato un anno in cui ho aggiornato poco i resoconti dell’Operazione Tedoldi. Per un motivo, soprattutto: quasi sempre, alla fine dei tornei, ero emotivamente depresso.
Il senso dell’Operazione è che io aumenti la mia efficienza agonistica fino a raggiungere almeno la soglia dei 2000 punti elo... ma in un anno di tregenda sono riuscito a scendere sotto i 1500!
Ciò è successo in particolare nei tornei a cadenza rapida, semilampo e lampo. Nei miei appunti ne ho segnati 5, quelli dove non ho giocato proprio male male perché almeno qualche punto l’ho fatto. Sugli altri ho steso il velo dell’oblio.
In totale mi sono segnato i risultati di 39 partite, 21 semilampo e 18 lampo. Ne ho vinte 11, pareggiate 3, perse 25. Di quelle perse, 21 sono state per il tempo e 4 perché ho subito matto. Ok, ciò conferma una cosa che già sapevo: più il tempo si abbrevia più il mio livello di gioco si abbassa. Già ho un talento discutibile, se gli aggiungo la mancanza di precisione tipica del gioco veloce, be’, combino solo sfracelli (a danno delle mie posizioni – perché quelle dei miei avversari sono praticamente sempre superiori). Per minimizzare l’effetto della fretta, tento di pensare tanto, veloce e bene. Soprattutto tanto e bene. Il che mi rallenta. E quindi perdo per il tempo.
Su questo aspetto ho avuto alcune interessanti discussioni con sodali del Circolo trevigliese, in particolare con Achille Fanzaga (quando ci ho giocato insieme in squadra al Campionato regionale semilampo di Corsico a Giugno) e con il former former presidente Domenico Acunzo. La tesi di entrambi era, più o meno: «Visto che il tempo è poco, butta lì i pezzi, fai casino. Anche i tuoi avversari hanno poco tempo, e come sbagli tu possono sbagliare loro». Nell’ultima frase sta il punto. «Come sbagli tu», mi dicono, perché io sbaglio SICURAMENTE, «possono sbagliare anche loro»: POSSONO, appunto, MA MICA LO FANNO!
Accidenti.
Perdere per perdere, preferisco farlo con cognizione di causa, o provando fino all’ultimo istante qualcosa di diverso. Ci sto meno male. Male lo stesso, ma meno rispetto a prendere matto o, peggio, automatto.  È una roba psicologica più che tecnica.
Sigh.

il Coach


Caravaggio, Gennaioo 2019








Guido Tedoldi

Copyright © by treviglioscacchi.com All Right Reserved.

Pubblicato il: 2019-01-08 (115 letture)

[ Indietro ]
Elo