Sezioni
Tornei in Arrivo
Camp. Sociale
Tornei a Squadre
Cerca nel Sito



Attività in Sede

Chi siamo...
Esercitati con noi

Partite

Le Rubriche








Warning: preg_match() [function.preg-match]: No ending delimiter '/' found in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 35

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 47
04.06.13 - FACCIAMO IL PUNTO DOPO IL SOCIALE 2012-13
Timidi segnali di ripresa?



Eccovi il diario di bordo dell'avventura scacchistica più eccitante di sempre: come partire da un Elo pari a 0 per raggiungere alfine (non importa quando) quota 2000. Riuscirà il nostro eroe a coronare quest'impresa dal sapore donchisciottesco? Rimanete aggrappati con tutte le vostre forze a questa rubrica e lo scoprirete. [SML]


di GUIDO "COACH" TEDOLDI
[email protected]



Lo scorso 22 maggio si è concluso il Campionato sociale trevigliese 2012/2013. I risultati che ho ottenuto (visibili sul sito web del nostro Circolo, alla pagina interna http://treviglioscacchi.altervista.org/modules.php?name=Sociale1213) sono stati migliori rispetto a quelli dell’edizione precedente: 8° posto nella classifica generale, con 181,43 punti percentuali, a fronte del 9° posto con 136,91 punti. Questo significa, nel bene e nel male, che l’Operazione Tedoldi va avanti. L’obiettivo dei 2000 punti Elo, ovvero il conseguimento della categoria di CM, candidato maestro, si avvicina.
Forse.
Il motivo del dubbio è che esistono (come dicono gli anglosassoni) le bugie, le grandi bugie, e le statistiche. E la statistica dice che il mio punteggio Elo, secondo l’ultima revisione delle liste Fide del 1° maggio scorso (visibile al link http://ratings.fide.com/id.phtml?event=801674) è di 1602 punti – lontanissimo dal 1774 che costituì il mio Elo di ingresso nelle liste internazionali avvenuto nel 2009. All’epoca, però, mi pareva di giocare peggio, a causa del fatto che avevo sicuramente meno controllo del tempo, della posizione e di tutto il resto riguardasse gli scacchi – rispetto a oggi.
Ok, questi dati provengono da un campo di ricerca dinamico, in cui a cambiare non è soltanto la mia capacità di gioco ma anche quella degli avversari. L’introduzione sempre più capillare dei computer e dei software scacchistici sta producendo un evidente miglioramento generale della precisione di calcolo e del trattamento delle aperture. Inoltre i tornei sono diversi per partecipanti, i quali a loro volta cambiano con continuità il loro stato di preparazione. Eccetera.
Pur sapendo tutto questo, dal ciclo dei 5 tornei del Campionato sociale 2012/2013 (cominciato il 21 novembre scorso) mi pare di poter trarre alcune considerazioni «sicure»:

– più si allunga il tempo di riflessione più migliora la qualità del mio gioco. Semilampo ho ottenuto il 28,57% dei punti, rapid il 42,86%, classic il 50%, Fischer Random il 60% (grazie al forfait di 2 avversari su 5. Altrimenti sarebbe stato il 33,33%... qualche considerazione in merito la inserirò più avanti nel discorso);

– rispetto ai primi 2 classificati della classifica generale, e vincitori di tutte e 5 le tappe in programma, 3 Livio Leoni e 2 Tiziano Paravella, sto riducendo la distanza. Con Leoni sono riuscito a pareggiare nel torneo classic, mentre con Paravella ho perso una posizione patta (secondo il giudizio degli osservatori e dello stesso avversario) perché sono finito in zeitnot e ho smarrito la logica della partita;

– nei confronti di altri 2 componenti del Circolo sto invece perdendo terreno. Con Roberto Marangoni il bilancio nel campionato è stato di 1-1, con una vittoria mia nel semilampo e una sconfitta nel classic. Con Dario Rossetti il mio bilancio è stato 0-3. Come coach del Circolo questo mi sembra incoraggiante perché significa che nel prossimo Campionato italiano a squadre, nel 2014, potrò schierare una squadra B(ees) più forte. Come giocatore, dovrei invece fare delle riflessioni sull’efficacia dei metodi di allenamento. Marangoni si è procurato dei libri con esercizi di tattica, e li studia. Rossetti disputa decine di migliaia di partite (e non è soltanto un modo di dire) lampo e blitz sul sito web Scacchisti.it. Io mi ostino con l’analisi di partite complete e gioco a tempo classic anche nel web. Mmh...

– nel gioco Fischer Random, in ognuna delle partite disputate, sono andato in vantaggio in apertura. Il motivo, mi pare, è che ho cercato sempre di attenermi all’abc del trattamento delle aperture, cioè occupazione o controllo del centro, sviluppo dei miei pezzi e apertura di linee per loro, guadagno generale di spazio di manovra – contemporaneamente tentando di impedire al mio avversario di fare altrettanto. I punti persi, evidentemente, sono venuti dal maldestro trattamento di mediogioco e finale. In quelle fasi della partita l’abc mi è ancora un po’ oscuro.

Mettendo insieme tutto, sono comunque ottimista.

L’obiettivo, anche se timidamente, si avvicina.


Caravaggio, Giugno 2013








Guido Tedoldi

Copyright © by treviglioscacchi.com All Right Reserved.

Pubblicato il: 2013-06-04 (484 letture)

[ Indietro ]
Elo