Sezioni
Tornei in Arrivo
Camp. Sociale
Tornei a Squadre
Cerca nel Sito



Attività in Sede

Chi siamo...
Esercitati con noi

Partite

Le Rubriche








Warning: preg_match() [function.preg-match]: No ending delimiter '/' found in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 35

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 47
15.11.09 - E siamo a metà strada!
Elo Fide 1721



Eccovi il diario di bordo dell'avventura scacchistica più eccitante di sempre: come partire da un Elo pari a 0 per raggiungere alfine (non importa quando) quota 2000. Riuscirà il nostro eroe a coronare quest'impresa dal sapore donchisciottesco? Rimanete aggrappati con tutte le vostre forze a questa rubrica e lo scoprirete. [SML]


di GUIDO TEDOLDI

Secondo l’ultima revisione delle liste Elo, pubblicata dalla Fide lo scorso 1° novembre, il mio punteggio è di 1721. Il che significa che ho perso 53 punti rispetto ai 1˙774 con cui ho fatto il mio ingresso nelle liste internazionali. Ma va bene così, l’Operazione Tedoldi è in pieno svolgimento. Quando è iniziata avevo oltre 300 punti Elo in meno (rispetto ai 1˙440 punti che la Federazione assegna gratis a ogni nuovo iscritto, io ero scivolato fino a 1˙395) quando l’Operazione sarà conclusa avrò superato la soglia dei 2˙000.   Se prima del ciclo dei tornei estivi 2009 (Bergamo a luglio, Bratto ad agosto, Crema a settembre) mi avessero detto che avrei chiuso l’anno da seconda categoria nazionale... be’, non sono sicuro che ci avrei creduto. Un conto sono le ambizioni e gli obiettivi che uno cova dentro di sé, un altro conto sono i risultati che effettivamente si riescono a ottenere. E un altro conto ancora sono le attività collaterali al gioco a tavolino che gli scacchi mettono a disposizione.   I corsi, per esempio. A gennaio, per il terzo anno, sarò insegnante di scacchi alle scuole medie dei Salesiani di Treviglio. A marzo, quando inizierà il corso che organizziamo ogni anno al Circolo Alekhine di Treviglio, probabilmente sarò tra i docenti – visto che il nostro insegnante storico, Domenico Acunzo, pare seriamente intenzionato dopo una trentina d’anni a passare la mano. Intanto nell’ultima assemblea plenaria i soci hanno deciso di nominarmi vicepresidente. E addirittura hanno accettato la mia proposta di disputare il campionato sociale 2010 non più in un solo torneo a tempo lungo, bensì in una combinata di 4 tornei a cadenza diversa: lampo (5 minuti), semilampo (15’), rapid (30’ più incremento) e cadenza classica (90’ per 40 mosse più 30’ con incremento – ovvero la cadenza che sta diventando lo standard nei tornei open di tutto il mondo).   Al termine di ognuna delle 4 tappe, il vincitore è nominato campione sociale per quell’anno per quella cadenza di gioco (per esempio Giovanni Ornaghi è campione sociale 2009/2010 per la cadenza lampo, il cui torneo si è disputato l’11 novembre). Poi ogni tappa assegna dei punti, coincidenti con la percentuale di risultati ottenuti. Ornaghi, avendo vinto il lampo ottenendo 8 punti sui 9 possibili, ha realizzato l’89% e quindi ha accumulato 89 punti ai fini della classifica combinata finale. Campione sociale 2010 sarà colui che, al termine delle 4 tappe, avrà ottenuto la somma di prestazioni percentuali più alta. Questa formula non me la sono inventata io, è quella che utilizzano al Circolo Tal di Lentate sul Seveso da qualche anno. Sembra quella logica per mettere d’accordo chi predilige il gioco a cadenza veloce e chi invece preferisce pensare molto.   Io personalmente parteciperò alle tappe rapid e a cadenza classica, il che significa che mi prenderò qualche settimana di pausa dagli scacchi giocati perché questi tornei sono in programma per la primavera-estate dell’anno prossimo. Per un po’ la mia preparazione proseguirà sotto traccia, con l’analisi di partite di José Raúl Capablanca, campione mondiale negli anni ’20 del secolo scorso. Ho scaricato un database open source di 1,7 milioni di partite dal sito web del progetto Jose (che riunisce alcuni programmatori appassionati di scacchi, dello stesso Capablanca e della libera circolazione delle risorse culturali) e le analizzerò con l’aiuto di Toga, un motore accreditato di una forza di gioco di oltre 3˙000 punti Elo dai siti specializzati.   Ma questo è un altro discorso. Di Toga e più in generale dei software che giocano avrò modo di riparlare. Alcune delle frontiere della conoscenza umana sono state spostate in avanti, o stanno per esserlo, dai software – però non quelli nati in ambiti industriali o proprietari, bensì quelli dei centri studi accademici e dei circuiti open source. E questo mi pare molto molto bello.

P.S. L'Operazione Tedoldi nasce da alcune conversazioni avute al Circolo scacchistico di Treviglio con altri soci. Il tema in discussione era: quanto forte può diventare una schiappa già adulta senza talento (che se aveva talento ce ne si accorgeva quando era un ragazzino) che cominci ad applicarsi agli scacchi? La risposta che spannometricamente ci eravamo dati era: circa 2˙000 punti Elo, cioè più o meno il livello di un candidato maestro, cioè più o meno il livello in cui si può partecipare senza (troppo) sfigurare ai tornei internazionali – considerando che i più forti al mondo hanno un Elo over 2˙700. A quel punto mancava soltanto un volontario che si assumesse il compito di portare a termine l'impresa. E mi ci sono messo io.
Il nome si ispira all'Operazione Gasparotto, che nel 2006 vide protagonista un giornalista della Gazzetta dello Sport quasi quarantenne e dallo stile di vita sedentario. Manlio Gasparotto, ad aprile cominciò ad allenarsi, e a novembre partecipò alla maratona di New York concludendo la gara in poco più di 4 ore – tempo lontano dalle prestazioni dei migliori al mondo ma bellissimo da ottenere per un dilettante. L'Operazione Tedoldi non si è posta limiti di tempo. Nel 2006, quando l'ho iniziata, avevo un Elo Italia di 1˙395 punti. A 3 anni di distanza sono nei pressi dei 1˙700. È bello che altri «anziani» non rinuncino all'idea di poter migliorare le proprie prestazioni. Al meglio non c'è limite.


Caravaggio, 15.11.2009








Guido Tedoldi

Copyright © by treviglioscacchi.com All Right Reserved.

Pubblicato il: 2009-11-19 (526 letture)

[ Indietro ]
Elo