Sezioni
Attività in Sede

Tornei in Arrivo
Camp. Sociale
Tornei a Squadre
Cerca nel Sito



Chi siamo...
Esercitati con noi

Partite

Le Rubriche








Warning: preg_match() [function.preg-match]: No ending delimiter '/' found in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 35

Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/treviglioscacchi/includes/counter.php on line 47
11.09.08 - A Crema aperta la tranche FIDE
L'anticamera della classifica internazionale



Eccovi il diario di bordo dell'avventura scacchistica più eccitante di sempre: come partire da un Elo pari a 0 per raggiungere alfine (non importa quando) quota 2000. Riuscirà il nostro eroe a coronare quest'impresa dal sapore donchisciottesco? Rimanete aggrappati con tutte le vostre forze a questa rubrica e lo scoprirete. [SML]


di GUIDO TEDOLDI

Al Torneo di scacchi di Crema cui ho preso parte dal 5 al 7 settembre è successo qualcosa. E non soltanto per i risultati positivi. È successo qualcosa al mio gioco.
I numeri del torneo sono stati positivi. Dal punto di vista dell'Elo italiano ho guadagnato 51 punti, i quali sommati al mio Elo di partenza e ai 3 punti persi ad agosto a Bratto danno un totale di 1497. Significa che sono alle soglie dei 1500 punti che costituiscono la promozione alla 3ª categoria nazionale.
L'obiettivo dei 2000 punti del compimento dell'Operazione Tedoldi è ancora lontano, ma questa è finalmente la prima tappa intermedia che quasi colgo.
Oltre a questo, a Crema ho aperto la tranche per il conseguimento del punteggio Elo Fide, assegnato dalla Federazione scacchistica mondiale.
Il sistema delle tranche è quello concepito dalla Fide per uniformare in un unico sistema di calcolo i vari Elo nazionali. Per aprire la tranche, occorre incontrare nello stesso torneo almeno 3 avversari con Elo Fide e ottenere con loro almeno 1 punto, cioè 1 vittoria oppure 2 pareggi. Poi si ha tempo 7 trimestri per partecipare ad altri tornei in cui ci siano avversari con Elo Fide e giocare con loro almeno altre 6 partite, per un totale di 9. Al compimento della 9ª partita la Fide assegna il punteggio Elo, tenendo conto della media degli Elo dei giocatori incontrati e della qualità dei risultati ottenuti con loro sulla scacchiera.
Ok, è un sistema complicato e ci vuole un sacco di tempo a descriverlo. È anche un sistema variamente interpretabile, per cui se arriva qualcuno a darvi un'altra versione... be', può darsi che abbia ragione lui. Le leggende metropolitane che stanno sorgendo intorno all'Elo Fide sono ormai un sottogenere della letteratura scacchistica.
Però è un sistema che sta funzionando. In pochi anni tutti gli scacchisti agonisti del mondo (dovrebbero essere circa 4 milioni) dovrebbero avere un punteggio Elo paragonabile, per cui un ucraino potrebbe partecipare a un torneo in Argentina, o un italiano in Canada, ed avere la ragionevole certezza di incontrare avversari del suo livello.
A Crema di titolati Fide io ne ho incontrati 3. Pierluigi Biava, che mi ha dato una lezione di scacchi. Luigi Enrico Guzzetti, con cui ho giocato alla pari fino a crollare psicologicamente. E Giovanni Maddaloni, che ho sconfitto.
La vittoria con Maddaloni è stata figlia diretta della sconfitta con Guzzetti. La sensazione che ho avuto in quella partita è che a mancare non fosse stata la competenza tecnica, o la profondità di analisi, bensì la convinzione. Ho retto fino a un tot, poi mi sono in pratica stufato di stare sulla scacchiera e a quel punto il mio gioco ha perduto di qualità, permettendo al suo di prevalere.
Dopo averci dormito su, ho giocato con Maddaloni, e lì ho tenuto fino alla fine, ovvero fino a un aspro mediogioco dal quale sarei uscito con il guadagno di un pezzo. E il mio avversario ha abbandonato.
È stato il primo over 1800 con cui ho vinto nella mia carriera.
La partita successiva è stata con Valerio Pisani, un over 1700 Italia. Ero talmente in trip agonistico che ho sconfitto pure lui, giocando un finale di una trentina di mosse quasi tutte al pelo dei 30 secondi di incremento, ma senza commettere errori.
Questo è il «qualcosa» successo al mio gioco di cui parlavo all'inizio. Sto sulla scacchiera. Magari non è chiaro nemmeno a me stesso come e se vincerò, ma so che sono in grado di vedere quasi tutti i modi con cui il mio avversario cercherà di vincere lui. E, mentre guardo a quello, sono in grado di inventrami qualcosa per metterlo in difficoltà.
Con il punto su 3 fatto contro avversari Fide, il valore della mia tranche (calcolato spannometricamente secondo una versione di una leggenda metropolitana) dovrebbe aggirarsi intorno ai 1760 punti Elo. Sarebbe un guadagno di quasi 300 punti rispetto al mio Elo Italia.
In questo fine settimana, dal 10 al 12 settembre, c'è un torneo a Bergamo. Vi dirò come è andata.


Caravaggio, 11.09.2008








Guido Tedoldi

Copyright © by treviglioscacchi.com All Right Reserved.

Pubblicato il: 2009-10-28 (538 letture)

[ Indietro ]
Elo